Tecnologie per il Controllo Accessi


Tessere Magnetiche

Le prime tessere per identificazione e controllo accessi erano dotate di una striscia di materiale magnetico dove venivano registrate pochissime informazioni di base, di solito il codice univoco della card e poco più.          Questa tecnologia, a ormai abbandonata, aveva il vantaggio di costare poco, ma presentava due gravi difetti:   Lo strisciamento tra la tessera ed il lettore , necessario alla sua lettura, ne determinava la rapida usura, inoltre questa tecnologia era completamente priva di protezione anticopia con le immaginabili conseguenze.

Tessere di prossimità

I TAG Rfid sono dei circuiti elettronici dotati di antenne di trasmissione, di solito annegati in una tessera in PVC oppure in un braccialetto, in un portachiavi, ed in definitiva in qualsiasi tipo di oggetto non schermato, in quanto il TAG è estremamente piccolo, anche inferiore al cm .                                                                                             La tecnologia di trasmissione ed identificazione utilizzata e detta Rfid Radio Frequency Identification, la trasmissione radio rende inutile il contatto fisico tra il lettore e la scheda, basta avvicinare la tessera al lettore, ad una distanza compresa( tra i 7 ed i 10 cm, in dipendenza della tecnologia utilizzata, inoltre questo tipo di trasmissione è dotata delle prime tecnologie anticopia. Il microchip incorporato in una carta di prossimità ha una sola funzione: fornire al lettore di carte di prossimità il numero di identificazione della carta e / o il numero di codice della struttura del sito in modo che possa essere verificato con un computer remoto, Lo standard più diffuso per questa tipologia di tessere tipo 1386  è 125KHz.

 Tessere MIFARE

Qual è la differenza tra un MIFARE e una tessera di prossimità?                                                                        Con il termine MIFARE si intende una particolare tecnologia di trasmissione a radiofrequenza a 13,56 Mhz. Questa tecnologia è in grado di memorizzare molte informazioni sensibili, le chiavi di crittografia di cui sono dotate, inibiscono la trasmissione dei dati fino al reciproco riconoscimento con il lettore. Le principali differenze tra le card MIFIRE e quelle con la tecnologia di prossimità standard sono:                                                         Una frequenza di trasmissione nettamente superiore, 13,56 Mhz invece dei 125 Khz del 1386, e questo determina una maggiore stabilità della trasmissione , inoltre una card MIFIRE esce di fabbrica con una identificazione univoca a 32 bit non contenente un codice struttura, mentre le convenzionali tessere di prossimità hanno un codice univoco che contiene un codice struttura, ed inoltre è a soli 26 bit, il che rende relativamente più facile la replica fraudolente della carta stessa.                                                                                                     Una scheda MIFARE ha una memoria per memorizzare i valori (in genere fino a 1 kilobyte di dati). Una tessera di prossimità non ha la capacità di memorizzare valori.                                                                                       Una carta MIFARE può essere programmata con più credenziali, il che aggiunge un ulteriore "handshake" tra il lettore di carte e il software del lettore di carte. La memoria all'interno della tessera MIFARE può essere programmata anche per essere utilizzata come bancomat o tessera prepagata.

Lettori RFID e lettori di schede Prox

È importante assicurarsi che i lettori di schede possano "leggere" schede tecnologiche a 13,56 KHz; i tuoi lettori potrebbero essere in grado di leggere solo la frequenza di 125KHz. Inoltre, le schede MIFARE vengono pre-codificate con un numero univoco a 32 bit, quindi dovrai assicurarti che il tuo software possa leggere i formati a 32 bit.                                                                                                                                                    Comprendiamo che la scelta della scheda tecnologica giusta per la tua applicazione può essere fonte di confusione e alquanto complicata, ma non preoccuparti, ti basterà contattarci via e mail e telefonicamente per avere le informazioni indispensabili per non sbagliare.